Fashion

Wish list a/i 2010/2011

Sarà stato il 1995, al massimo il 1996.
Ero a casa con un paio di punti in testa (non andate in due in motorino senza casco, MAI!) e un’amica mi venne a trovare portandomi una miniatura di Versace Red Jeans e una rivista di moda.
Volle il caso che in un servizio sulle tendenzzze della stagione in corso trovassi la foto di un abito che ricordava vagamente lo stile di un vestito che avevo appena comprato, dallo spirito zingaresco, un incrocio patchwork tra il bohemienne e il grunge.
Per la prima volta nella mia vita (e una delle ultime, in effetti), mi sono sentita alla moda.
Anzi, direi che per la prima volta ho capito cos’è che mi piace della moda: la serie di ispirazioni, rimandi, citazioni che possiamo cogliere o non cogliere, apprezzare o non apprezzare, quando ci vestiamo.
Un fiume che scorre, che alimenta quel mare magnum dell’industria dell’abbigliamento.
Insomma, per tornare al mio letto di dolore, quel giorno per la prima volta “programmai” la stagione.
Se fossi stata capace di disegnare qualcosa di più complesso di un omino spillo avrei buttato giù qualche figura di donna vestita come immaginavo io (ampi vestiti sognanti e stivali di pelle marrone, oppure jeans, anfibi, maxicardigan e grossi anelli e bracciali d’argento, senza dimenticare il trucco sui toni del marrone e del prugna, di cui mi ero invaghita quell’anno).
Fu così che descrissi la (mini)donna che volevo essere quell’anno, romanzandola un po’, come è nella mia natura, (ricordo che indugiai sull’intensità dello sguardo e la sicurezza delll’incedere, come se queste cose si potessero acquistare, tanto più a 15 anni!) e poi mi misi a pensare a cosa mancava nel mio armadio, cercai di capire come lo volevo e dove avrei potuto comprarlo appena fossi uscita di casa.
Cinque anni prima di avere un pc, dieci anni prima di avere un blog di moda, ero già all’opera con la mia testolina piena di idee: per la prima volta avevo compilato una wish list.
Da allora non ho più smesso.
Ma coi mezzi che ho a disposizione adesso è più facile, lo ammetto.
Quindi, vediamo un po’ come mi vedo quest’anno:
Winter wish list - against the rain
Quest’anno faccio pace coi vecchi jeans, lo sento. Però bisogna fare qualcosa anche per la pioggia! Non va bene andarmene in giro come un pulcino bagnato ogni volta che piove! 
L’ombrellino supercolorato per sorridere anche sotto l’acqua è già arrivato, il lettore mp3 per perdersi nella musica c’è già da un po’, al momento mi manca un paio di scarpe “da battaglia” per avere i piedi asciutti anche in condizioni estreme (al’inizio avevo pensato di tornare ai vecchi ma infallibili Dc. Martens, ma sto vedendo molte alternative interessanti in giro).
Infine, la borsa a secchiello non è strettamente collegata alla pioggia, ma mi piacerebbe trovarne una.
Wish List 2 - contrasts
Vorrei ricominciare a mettermi qualche abitino svolazzante (e ho un abito di maglia da rimettere in ballo), accompagnato da lingerie sognante, scarpette bon ton… e un giubbotto di pelle!
wish list 3 - touches of red
wish list 3 – touches of red by Musadinessuno

Da qualche anno ho nell’armadio una mantella di lana cotta grigia che esce solo poche volte all’anno (dato che non esistono più le mezze stagioni, mannaggia!). Quest’anno ho deciso di accessoriarla con borsa rossa (che ho), guanti, scarpe e rossetto rossi fiammanti.

Wish lsit 4_bf jeans
Wish lsit 4_bf jeans di Musadinessuno

Boyfriend jeans, ma rigorosamente in nome del contrasto. Qui con maglia pesante che scopre la spalla, tronchetti, envelope clutch tipo quelle di Karla (ormai alle mie blogger-amiche ho fatto una testa così, la mia è una ricerca che dura da anni, chiunque possa avere link utili a shop online che possano fare al caso mio mi faccia un fischio!!) E poi bijoux un po’ froufrou, e una broche tuttofare.

Wish list 5_Argyle
Wish List 6_Camel
Wish List 6_Camel by Musadinessuno

No, non ho intenzione di coprirmi di rombi o di color cammello da capo a piedi, ma ho voglia di qualche capo ispirato a questi due trend. Chissà cosa ci sarà di interessante in giro.

Wish List-suspenders
Wish List-suspenders di Musadinessuno

Quest’anno ho voglia di bretelle! Ne ho comprate un paio a Firenze lo scorso week end, ma non voglio fermarmi qui. Voglio sperimentare molti abbinamenti diversi, ci sarà da divertirsi!

Annunci

4 thoughts on “Wish list a/i 2010/2011

  1. Ahahahah!! La lana cotta!! Ihihihi!! Com'è stato divertente dal tuo amico dei guanti!! In più ti scrivo per due motivi, non necessariamente legati a questo post, di cui comunque approvo gli spunti.Il primo è che hai lasciato l'ombrello a casa mia (un ottimo motivo per ritornare)Il secondo è che oggi ho finalmente capito cosa intendi quando parli di profumi e dici che un profumo è in grado di regalarti ricordi e riportarti alle situazioni.Oggi mentre cercavo il tagliaunghie ne ho approfittato per dare un'annusatina al Ck be di papà e per un momento è stato come riaverlo qui con me. E non è poco.

    Mi piace

  2. @ Hi Fleur, I knew you would love set n. 4! ^^@ Paolina, lo confesso… l'ho fatto apposta x avere una scusa per tornare (no, scherzo, ho la testa di legno di platano, mi scorderei anche gli occhi)!!E ora un attimo di serietà: è importantissimo quello che ti è successo, non dimenticare mai come ti sei sentita oggi, è un regalo prezioso che viene direttamente da lassù, dalle mani del tuo babbo. Un bacione e un abbraccio stritolone! :*

    Mi piace

  3. Queste wish list sono una piu' bella dell'altra!Stupendi i rombi, il cammello, i vestitini frou frou e le clutch!Ma soprattutto W le mantelle grigie con i guanti rossi 😀

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...