Beauty

È iniziato tutto a metà anni Ottanda, dall’armadio dei trucchi di mamma Simonetta (qui trovi la storia narrata in extended version): il makeup è una passione che in tutti questi anni non mi ha mai lasciata, e nel tempo si sono aggiunti l’interesse per la cura della pelle di viso e corpo e dei capelli, in particolare dei ricci.

Rossetto nello specchietto retrovisore

Adesso ho un vanity table fornitissimo e continuo a essere molto curiosa, ma lo ammetto: buona parte dei miei acquisti sono ancora emotivi, dettati dalla voglia di qualcosa di nuovo e piacevole.
Eppure sbaglio i miei acquisti sempre più raramente, perché ho imparato a conoscere i miei gusti e le mie esigenze, e poi tengo d’occhio le mie blogger preferite perché le loro recensioni sono preziosissime!

In ogni caso, mi dà molta soddisfazione anche riscoprire prodotti che avevo accantonato, finire un tubetto di crema, prendermi cura dei miei accessori di bellezza. E mi piace da matti parlare di tutto ciò che ruota intorno a questo mondo, luccicante, apparentemente effimero, ma legato alla percezione che ognuna di noi ha di sé… è per questo che ho seguito un corso di trucco nel 2012 presso la scuola Mbacademy di Milano: non miro a diventare una makeup artist, ma solo a dare buoni consigli a chi me li chiede, perché il piacere nel farmi coccolare è pari solo al piacere di poter coccolare gli altri.

Makeup professionale

Mi piace entrare in profumeria e pasticciare, ricevere consigli e dritte da profumiere innamorate del loro lavoro. Capisco chi ha dei budget imposti dall’azienda, ma non amo le commesse invadenti: lo trovo irrispettoso della cliente (e, a monte, della venditrice, che di sicuro se potesse non si comporterebbe così). In questi casi benedico gli shop online!

Ho un debole per i rossetti rossi, per gli smokey eyes di qualsiasi colore, per le unghie naturali, i mascara che fanno le ciglia lunghe lunghe. Con l’eyeliner me la cavo, con le ciglia finte ho qualche difficoltà.
Sì, vorrei tanto essere una pin-up: a volte somiglio più a Betty Boop che a Dita von Teese, ma non mi lamento.
Mai senza SPF, mi strucco sempre (per i momenti di stanchezza estrema tengo sempre a portata di mano una confezione di salviette struccanti) e ho una scatola per i campioncini da portare in viaggio.
I profumi di nicchia sono il mio accessorio preferito.

Ma senza un sorriso e un briciolo della tua personalità non c’è makeup che tenga, questo lo sai anche tu.