Senza categoria

#mydietdiaries ep.17

Questo caldo mi toglie anche i punti di riferimento temporale… ho scoperto stamattina che oggi è giovedì e che il post settimanale sul progresso dei miei e dei vostri sforzi per (ri)conquistare il benessere fisico è in ritardo di un giorno! Perdonatemi, sono VERAMENTE fusa! E adesso cerchiamo di recuperare il tempo perduto: 
Mercoledì 22 agosto: vado al mare a fare la mia camminata di mattina perché il pomeriggio e la sera mi vedranno impegnata nell’ultimo appuntamento con Pomarance in Piazza. Che comporta un bicchiere di vino come aperitivo, un piatto di pasta per cena e, stavolta, migliaia di passi da percorrere tra le strade di Pomarance con le mie colleghe/mime/ballerine/attrici Hypnos Itinera.
Ho le gambe pesantissime e il fiato corto, il ciclo dovrebbe arrivare a breve ma sospetto che questo mese mi farà dannare, e aver sospeso il vasoprotettore per prendere il magnesio anti-SPM non rende la vita più facile alle mie gambotte
Giovedì 23 agosto: tengo le funzioni vitali al minimo, al mare cammino ma è una fatica colossale. E ho un lavoro da consegnare che mi toglie tempo ed energie senza darmi granché soddisfazione, mentre sono in casa mi viene da sbocconcellare un po’ di tutto e poi piangerei in tutte le lingue del mondo. No, non sarà facile, almeno finché non sarà arrivato il ciclo…
Venerdì 24 agosto: sono impegnata con la scuola buona parte della giornata, e la sera in spiaggia mi aspetta un aperitivo lungo con gli amici del mare, nonché una bevuta sul porto con un paio di amiche, una serata talmente innocente che finisce alle 2.30 am dopo valanghe di chiacchiere su capelli, maschi e teatro, 2 mojito e 1/2 e uno schiaccino con cotto e brie mangiato a metà con Chiara, la regina dei formaggi a tarda ora. Sospetto che questo fuori programma non farà molto bene alla mia linea, ma per l’umore è un 10 e lode!
Sabato 25 e domenica 26 agosto: Beatrice o chi per lei dovrebbe rinfrescare il clima torrido. In realtà da noi porta solo una gran mareggiata che rende noioso anche andare al mare. Vado a camminare in pineta verso sera, ma che fatica (credo sia la parola più gettonata in questo post, scusatemi)! Finalmente domenica però arriva il ciclo, e con lui un po’ di salute mentale in più
Lunedì 27 agosto: la settimana lavorativa riprende con un po’ più di calma e di fresco qua dove vivo, ma è una sensazione transitoria, dato che nelle ore in cui io sono in giro tra scuola e altri impegni la temperatura è di nuovo rovente. Arrivo a casa alle 17.40, potrei anche andarmene a fare un tuffo al mare, ma ho delle cose da sbrigare e quindi mi metto la tuta intorno alle 19 e vado a camminare un’oretta, con una puntatina anche alla palestra del residence, dove ricomincio cautamente a fare degli esercizi per le braccia. Voglio delle braccia scolpitissime prima che l’abbronzatura sparisca, ma è anche vero che se esagero mi ritrovo di nuovo con i trapezi in panne… mumble, mumble…
Martedì 28 agosto: primo giorno di esami di recupero a scuola, giorno di controllo dalla dietologa. Stavo per cancellare l’appuntamento perché temevo di non riuscire a incastrare tutti gli impegni della giornata, ma sono contenta di essere riuscita ad andarci. Non ho mai avuto le gambe in condizioni così critiche, la circolazione è totalmente a pallino. Mi cambia la cura in attesa che il caldo si attenui un po’, addirittura mi prescrive un gel a base di eparina da tenere in frigo e spalmare sulle gambe un paio di volte al giorno. Mi dà molto sollievo. Il peso è ancora fermo a 70kg, ma ho perso un cm su coscia, girovita e braccia. Buono. Di ritorno dalla visita rifletto sul fatto che la mia vecchia dietologa non mi ha mai vista nuda: mi pesava e stop, per lei andava bene solo vedere l’ago che scendeva, poi potevo anche avere le gambe blu, ma tanto ero magra! 
Nel tardo pomeriggio vado a passeggio con due miei alunni che hanno fatto la maturità quest’anno, sorrido e mi sento un po’ meno stanca, anche grazie al gelato delizioso che mangiamo insieme. 
Da domani mi metto all’opera con i ghiaccioli sugarfree che mi ha suggerito la dietologa… ma quante ne sa questa donna! 
Prima di salutarci: mi sono accorta che Twitter continua a mantenere il vizio di far visualizzare solo 3/4 Tweet per l’hashtag #mydietdiaries. Ho il sospetto che, visto che sono io l’unica che lo usa, Twitter faccia fuori i cinguettii meno recenti. Allora il post settimanale non cambierà titolo, ma d’ora in poi posterò le mie riflessioni estemporanee con l’hashtag #fighedomani, la cui genesi è mappata nel post di Laura. Ecco, è tutto per adesso. 🙂
Annunci

3 thoughts on “#mydietdiaries ep.17

  1. Ghiaccioli sugarfree! come sono, buoni? fatti in casa con il succo senza zuccheri? :)Peccato che qui cominci a far freddino, per i ghiaccioli e i gelati… :(Cmq mi leggo tutti i tuoi dietdiaries e stai andando alla grande! Bravissima!! 😀

    Mi piace

  2. Grazie ciccia! Secondo me i ghiacciolini fatti in casa sono buonissimi e con infinite possibilità di mixare gli ingredienti… ho dedicato il post del venerdì a questo argomento, così possiamo approfondire a dovere! ^^

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...