... and more

#mydietdiaries: mi rimetto in forma senza ansia

OMG, l’ultimo post di questa serie risale a 16 MESI fa!
Da allora sono stata un po’ più indisciplinata del solito, lo ammetto: ho smesso di ballare il flamenco lo scorso giugno e il tono muscolare delle braccia ne ha risentito, in generale ho fatto meno movimento e ho mangiato un po’ più di quanto ne avrei avuto bisogno. E ho bevuto troppi alcolici.
Non so quanto peso (non lo voglio sapere, rischio di fissarmi con le cifre e non è questo che conta), ma sono pochi gli indumenti che non mi entrano più, quindi questo mi fa ben sperare. Certo è che indossando tutti gli altri non faccio più la stessa figura di prima. Però continuo a portare gonne al ginocchio e anche un filo sopra, perché cerco di mettere a tacere quella vocina che mi dice che ho rovinato tutto per pigrizia e golosità: il fatto è che non ho rovinato un bel niente, ho solo bisogno di riprendere alcune buone abitudini che no, non ho perso, ma ho solo accantonato. Perché adesso so riconoscere quando sono nervosa e/o dolorante perché il mio corpo ha bisogno di muoversi, perché non ho dimenticato che c’è un rapporto di causa/effetto tra ciò che faccio per il mio corpo e come il mio corpo appare.

Durante l’inverno ho ricominciato a guidare e, se questo mi ha privata di mezz’ore intere di cammino per spostarmi da un luogo a un altro, mi ha anche protetta dal freddo e dal gelo che mi buscavo di solito, e mi ha aiutata a ottimizzare i tempi, ripercuotendosi positivamente sul mio umore e sui miei comportamenti alimentari (come sono lontani i tempi in cui mi consolavo con uno snack nell’attesa di un bus in ritardo o che mi lanciavo come un avvoltoio sulla dispensa quando arrivavo a casa dopo uno dei miei consueti viaggi della speranza). Conto sulle giornate che si allungano per tornare a fare movimento all’aperto in modo costante (per ora sono riuscita a fare una lunga passeggiata nei boschi intorno casa insieme a M. nei weekend,  e neanche ogni settimana visto il maltempo), perché di palestra non voglio sentir parlare e quest’anno ho lavorato in tutti i momenti in cui sarebbe stato sano fare una camminata. E poi c’era il problema dell’abbigliamento: come fai ad andare a camminare, per esempio, in pausa pranzo, se prima e dopo hai lezione e ti scoccia andare a scuola in tuta? Insomma, una serie di cose si sta semplificando e non di poco.

wpid-2015-03-04-11.44.31.jpg.jpeg

Da lunedì sono entrata ufficialmente nella fase di remise en forme:
– trovo il tempo di camminare ogni giorno almeno mezz’ora
– applico con rinnovato rigore le regole alimentari che conosco a menadito e che funzionano (cercando di barcamenarmi con il regime da aspirante vegetariano di M.)
– ho rimesso a portata di mano i prodotti snellenti
– bevo come una matta

Ed  è quest’ultimo punto che voglio approfondire oggi: bere. Bevete, ragazze, bevete un sacco. Se l’acqua non vi va (poi potremmo parlare del motivo per cui non vi va) inventatevi qualsiasi cosa, pur di bere. Tè e tisane sono l’ideale, a patto che riusciate a berle con piacere, magari senza riempirle di zucchero. Se non siete abituate partite per gradi: è inutile precipitarsi in erboristeria e chiedere una tisana drenante, che in media contiene erbe dai sapori mediamente non troppo gradevoli al gusto e all’olfatto e che vi faranno sentire dentro una stalla. Provate erbe delicate, che vi faranno sentire meno la fatica di buttar giù una tazza d’acqua calda, e vedrete che l’effetto drenante ce l’hanno anche le tisane che non lo prometto, perché l’importante è mettere in circolo questi benedetti liquidi. Io, che non sono affatto una principiante in questo campo, ne sto bevendo una a base di vite rossa, rusco e mirtillo, che protegga anche la delicata circolazione delle mie gambe.
Oppure ci sono gli smoothie, i centrifugati e le acque detox: io non ho molta pazienza in questo campo, ma ho trovato questo centrifugato di melagrana e barbabietola che mi pare molto interessante, e ogni tanto mi riprometto di preparare una delle acque detox di Timo e Basilico… c’è l’imbarazzo della scelta, non trovate?

Allora a questo punto vi saluto, corro a mettermi le scarpe giuste e vado a camminare… buon pomeriggio!

Annunci

9 thoughts on “#mydietdiaries: mi rimetto in forma senza ansia

  1. Mia cara, questo post capita proprio a fagiUolo! Ho dei ritmi abbastanza frenetici e non ho proprio tempo di fare sport, ma ho assolutamente bisogno di un minimo di movimento perché sono stata troppo tempo ferma. Mi sono riproposta di andare al lavoro a piedi tutti i giorni in cui le condizioni metereologiche non attentano alla mia vita, perché mi aiuta a iniziare la giornata con uno spirito un po’ meno incarognito. Intanto che cerco di abituarmi a bere come una spugna, consigli su un prodotto snellente che non costi una fucilata? 😀
    Baci!

    Liked by 1 persona

    1. Ciao tesoruccia, saggia idea la tua… e speriamo che il maltempo si dia una calmata! Sui prodotti snellenti voglio scrivere, credo, il post della prossima settimana, perché ne ho sottomano un paio e vorrei ancora un pochino di tempo per valutarli. Ce la fai ad aspettarmi? 😉
      Baci!! ❤

      Mi piace

  2. Vorrei non commentare questo post, in quanto ricaduta nelle cattive abitudini da dicembre, quando potevo contare di essere tornata contenta e soddisfatta di me, e invece.
    Aspettavo questo post da quando lo avevi twittato, sapevo che mi avrebbe fatto male e bene.
    Male perché sono stata cialtrona e ho preso la scusa di non aver budget per il rinnovo dell’abbonamento di palestra per rinforzare la mia pigrizia (buuuuuu sono pessima!)
    Bene perché hai la capacità di infondermi ottimismo e la voglia di rimettermi in riga come hai fatto l’anno scorso quando ci siamo viste (a proposito, è passato troppo tempo e sarebbe bello rimediare, magari a breve!)
    Da ieri mi sono ripromessa di rimettermi in carreggiata. Quella che vedo allo specchio non mi piace e anche se sono piuttosto disfattista il vedere tutto nero non mi va. Il nero va bene solo da indossare. Settimana prossima sono di nuovo dal dietologo, che se non ho qualcuno che mi controlla dall’esterno della mia sfera affettiva, mi lascio andare, e sbaglio lo so, ma questo è un problema di testina che prima o poi dovrò sistemare.
    In ogni caso grazie, per quello che scrivi, e come lo scrivi.
    Ti abbraccio ❤

    Liked by 1 persona

    1. Luzzolina mia, prima di tutto questo mantra: non tutto è perduto! Ok, abbiamo fatto dei passettini all’indietro, ma ora ci si rimette in carreggiata. Insieme. Vero? ❤
      Fai bene a tornare dal dietologo, però dai, rinnovalo l'abbonamento in palestra, su!! Io oggi mi sa che vado a sentire dei corsi in piscina (sì, può darsi che cada il mondo) ^.^ Ora vado a scrivere il post di oggi. Te intanto ripeti: ce la possiamo fare. E anche: ci vediamo presto!! ❤ ❤

      Liked by 1 persona

      1. Amica, ho rinnovato il mese scorso l’abbonamento e sto cercando di andarci più volte possibile 🙂 conto in un minimo di produzione di endorfine che aumentino la voglia e costanza!

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...