... and more

Willkommen in unserem Berlin_2

A Pasquetta si fanno le scampagnate e ci si gode la primavera. Ma a Berlino oggi piove. Non diluvia, però pioviscola. Quella pioggerellina triste e grigia, quel freschino tagliente e fastidioso che indispone. La prima cosa da fare, quindi, è fare una colazione che ci riporti un po’ in carreggiata.

E poi, ci mettiamo in marcia: Unter den Linden, Brandeburger Tor, Tiergarten e Siegessäule è il nostro programma per la mattinata.
Sarà colpa della primavera che tarda ad arrivare, ma a me questi parchi berlinesi non danno la sensazione che vorrei. Però io la voglio cercare, questa sensazione, e conduco sicura la (mini)spedizione verso il Grunewald, intenzionata a godermi il parco e i ristorantini che la già citata Alessandra Montrucchio dà segno di aver apprezzato. Ma fa troppo, troppo freddo, e la fame ormai è tanta: ci fermiamo a caso in uno dei primi locali che troviamo, veniamo accolti, abbastanza calorosamente e ruspantemente, da una signora con una forte tosse, e dal suo cagnolino che si rimette subito a dormire su una delle sedie accanto a noi. Penso che Riccardo mi ucciderà. E invece a un certo punto dimentichiamo lo squallore che serpeggia nel locale: ci godiamo il silenzio e iniziamo a osservare le foto che riempiono le pareti intonro alla nostra. E’ praticamente un altare dedicato alle Jacob Sisters. Da lì a iniziare a fantasticare sul fatto che  la padrona del locale è una delle 4 Jacob Sisters che alla morte del marito si è ritirata dalla scene per gestire da sola la birreria che avevano aperto insieme appena sposati, ci vuole proprio un attimo (che poi, chissà, forse è ancora vivo questo marito, ma noi non lo abbiamo visto e quindi lo abbiamo dato per defunto così, gratis). In realtà, malgrado l’aspetto tristino della sala, il pranzo nel Grunewald è buono e saporito e la coppia di amici che viene a trovare la signora (chiedendo “E’ qui l’attrice?” e quindi dando una specie di conferma ai nostri dubbi) dà un’ondata di allegria alla situazione.
Però fa troppo, troppo freddo per passeggiare nel bosco, e allora facciamo un salto in albergo,  prima di ripartire in direzione East Side Gallery, Checkpoint Charlie e ciò che c’è intorno. Praticamente, cammina cammina, ci ritroviamo su Unter den Linden senza neanche accorgercene.
Della East Side Gallery mi emoziona la consapevolezza che molti artisti si sono riuniti qui per abbellire un brutto pezzo di storia dell’umanità – mi piace l’energia che deve esserci stata nel loro gesto, ma non l’energia che c’è qui adesso. Troppa gente impegnata a farsi ritrarre davanti al muro, troppo artificio. Sono ancora convinta (e questa convinzione mi rimarrà fino alla fine del viaggio) che l’unico Muro che c’era da vedere l’ho visto al Mauerpark, scrostato e triste, vero.
Di Kreuzberg non vediamo molto, ci ripromettiamo di ripassarci con più calma; in realtà questo non succederà, quindi conservo questa foto nella speranza di una visita più approfondita al prossimo viaggio a Berlino (perché, a questo punto è già chiaro, ci sarà un ritorno, forse molti)
Questa invece è l’unica foto che ho fatto al Checkpoint Charlie. La sensazione di artificio che mi aveva infastidita all’East Side Gallery qui mi atterrisce. Ci tratteniamo poco. Direi anzi che, dopo aver visto il decimo turista che si fa fotografare insieme al figurante che fa la guardia  al Checkpoint, ce la battiamo.
Dopo cena, tornando in albergo, con le temperature più rigide che mai, scopriamo però che essere a proprio agio in questa città è molto più facile di quanto credessimo.
Advertisements

9 thoughts on “Willkommen in unserem Berlin_2

  1. Che bel reportage, divertente, esauriente e molto molto tuo..farò tesoro di tutti i posti che hai citato per poterlo visitare quando prima o poi mi capiterà di andare a Berlino..insieme al tour guidato di tutti i posti di Christiane F., libro cult della mia adolescenza ribelle e tormentata!!! 😛

    Mi piace

  2. Ihih..effettivamente tra le nostre prime conversazioni è quella che mi è rimasta più impressa e forse a cui sono più affezionata..;)tranquilla, te lo faccio conoscere questo fotografo dei cubi di cemento..un bacione!

    Mi piace

  3. SOno di nuovo qui per chiederti un consiglio: ho letto che arrivare in albergo con la metro e' stato abbastanza difficoltoso per via dell'orario… io arrivo di mattina e quindi non dovrei avere grossi problemi da quel punto di vista.Pero' volevo chiederti su che areoporto hai volato.Io volo su Tegel e ho letto in internet che non ci sono collegamenti sotterranei diretti tra quell'areoporto e la citta' e quindi bisogna prendere un bus per arrivare alla fermata metro piu' vicina.Tu hai dovuto fare tutta questa trafila?Grazie in anticipo per le info e un bacione :-*P.S. Che mi dici di Mitte?! Ci sei stata?Ho letto che e' un quartiere carinissimo e perfetto per lo shopping, e infatti ho deciso di dormire proprio in quella zona… povero il mio papa' :-PP

    Mi piace

  4. Ciao BaiLing, io ho volato su Schoenefeld, quindi non so darti info su Tegel, però ti riporto pari pari quello che ho trovato sulla guida della Lonely Planet che ho sottomano:"Il Berlin International Airport di Tegel è collegato al distretto di Mitte dagli Express Bus TXL, che fanno la spola con Alexanderplatz via Unter den Linden impiegando circa mezz'ora per il tragitto. Per la parte ovest del centro, invece, conviene prendere un Express Bus X9, che in meno di 20 minuti arriva a Banhof Zoo. L'autubus n. 109 è più lento, ma è il più comodo se dovete raggiungere un indirizzo lungo in Kurfurstendamm. Tegel non è direttamente servito dalla U-Bahn. La fermata più vicina è Jakob-Kaiser Platz (U7), da dove si può prendere l'autubus n. 109. Per ognuno di questi tragitti è necessario un biglietto zona AB che costa 2,10"Comunque, ovunque troverete indicazioni chiare e gente disposta a darvi una mano, questo è certo!!Essendo alloggiati in Alexanderplatz eravamo esattamente in der Mitte (gioco di parole tra Mitte, che vuol dire "centro", e l'espressione "al centro"… mi diverto male, lo so!!) e credo che sia una posizione molto vantaggiosa per girare la città in lungo e in largo -anche se si gira benissimo in ogni modo, noi per 2 giorni non abbiamo neanche preso la metro- e ovviamente anche per lo shopping! 🙂 A quando la partenza allora? Ragazzi e ragazze che ancora non ci sono stati: io ho già voglia di tornarci, a Berlino… organizziamo una spedizione cumulativa? 😀

    Mi piace

  5. Grazie mille, sei stata un vero tesoro!Pensa che io non sono ancora riuscita a comprare una guida di Berlino: qui da me in libreria rischi di trovare guide turistiche di 6/7 anni fa… mi e' successo con la guida di Budapest ed ora non ci casco piu! Quindi mi tocca arrivare a Perugia o Ancona per avere una guida aggiornata… mannaggia alla provincia!!Partiamo il 29 mattina: proprio adesso mi e' arrivata una email di Lufthansa con cui mi comunicano che i loro voli hanno ripreso gli orari regolari!!!Seguiro' il tuo consiglio e prendero' sicuramente un bus XTL perche' anche noi alloggiamo piu' o meno nella tua stessa zona: siamo al Cosmo Hotel Berlin Mitte, in Spittelmarkt 13.Da quello che ho capito dovrebbe essere relativamente vicino ad Alexanderplatz (3 fermate metro) e a Postdamer platz (4 fermate metro).Ma sai che non sapevo che Mitte significasse centro?!?Ah, come invidio il tuo tedesco!!!!Grazie ancora e un bacione :-***P.S. Poi quando torno potremo confrontare le nostre impressioni sulla citta'!E riguardo alla spedizione cumulativa: ti immagini che bello un week end di shopping tra blogger in qualche bella citta' europea?!?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...